Stampa

Indici di rifrazione di acqua e vetro

E' possibile modificare l'indice di rifrazione dell'acqua assimilandolo all'indice del vetro?Se si, si suppone che la visione esterna attraverso un vetro bagnato sia identica alla visione con vetro asciutto.
Oppure le variabili dell'indice di rifrazione dell'acqua sono tante e tali da rendere impossibile questo risultato?


Walter Wassermann

 

Risposta: Caro Walter, l'indice di rifrazione di una sostanza indica - mediamente - come "risponde" la sostanza quando viene investita da un'onda elettromagnetica, come per esempio la luce. Essa e' una quantita' fisica che dipende da molti parametri (come temperatura, densità, ecc.), ma soprattutto dalla frequenza (o lunghezza d'onda) della radiazione elettromagnetica incidente. Riguardo alla tua domanda, dunque, certamente vi e' una frequenza tale che l'indice di rifrazione dell'acqua, quando questa viene investita da un'onda elettromagnetica di quella frequenza, e' uguale a quello del vetro quando questo viene investito da luce visibile. Nel caso specifico, la visione tramite raggi infrarossi attraverso l'acqua puo' apparire simile alla visione tramite luce visibile attraverso il vetro. Una cosa simile si puo' ottenere (per uguali frequenze per acqua e vetro) cambiando la temperatura (di molto). In ogni caso, pero', ti sarai reso conto che l'effetto di cui chiedevi (vetro bagnato / vetro asciutto) non e' ottenibile in maniera "semplice" e intuitiva, sebbene sia possibile in linea di principio, cambiando in maniera artificiosa (e molto controllata) alcuni parametri di una sostanza RISPETTO l'altra.

S. Esposito, fisico