Stampa

Misura del coefficiente di attrito statico radente


Procuratevi una lastra di plexiglas (o di altro materiale) di lunghezza circa mezzo metro e un blocco di legno levigato. Inclinate (poco) la lastra, appoggiandola su un altro blocco (o su una pila di libri), e posatevi sopra il blocco di legno, che non scivolerà. Aumentate lentamente l'inclinazione della lastra (ad esempio avvicinando il blocco su cui è appoggiata) fino a quando il blocco di legno non inizierà a muoversi. Il coefficiente di attrito statico è dato dall'inclinazione “critica” h/b così ottenuta (perchè?). Ripetere più volte la procedura, calcolando quindi il valor medio dei dati ottenuti e il suo errore con la semidispersione.

Come cambia il risultato se aumentate la massa del blocco di legno (ad esempio appoggiandovi sopra di esso un corpo pesante)? E se aumentate/diminuite la superficie di contatto lastra/blocco (utilizzando un blocco dello stesso materiale di base maggiore/minore)?

Ripetere l'esperimento cambiando i materiali utilizzati (plexiglas e legno), ad esempio usando monete di metallo o altro.